martedì, febbraio 21, 2006

Leave your footprint! Don't be scared,don't be shy.

Lascia una semplice impronta del tuo passaggio....
"se non sai che cosa dire se non trovi le parole,non ti devi preoccupare io sapro` capire.
A me basta di sapere che mi pensi anche un minuto, perche` io so accontentarmi anche di un semplice saluto...ci vuole poco per sentirsi piu` vicini. Scrivimi" .
Non ricordo ne` il nome del cantante ne' tantomeno della canzone (che ragazza scadente!) pero` vale uguale!

...e i cocci sono miei!!!


For my 21st birhtday someone wrote me this:
"Always remember:
1) melius abundare quam deficere;
2) when they ask you for your favourite hormone, always talk about prolactin;
3) when you do not understand something...don't insist,just JUMP it!
4) when do you want Ananda (a sicilian hermit) is waiting for you in his cave;
5) be shaved is always the best choice...you never know...!
6) ....and the fragments (sorry italian proverb!) are yours!!! "

Per il mio 21 compleanno qualcuno mi scrisse queste parole,e anche qui in Nuova Zelanda le ho con me...saggie parole!!
"Ricorda sempre che :
1) melius abundare quam deficere;
2) quando ti chiedono un ormone a piacere parla sempre della prolattina;
3) quando non comprendi qualcosa non cercare di insistere, basta solo saltare a pie` pari (JUMP!);
4) quando vuoi Ananda e` pronto ad accoglierti nella sua grotta;
5) e` sempre meglio depilarsi perche` non si sa mai.......;
6) .... e i cocci sono suoi!!!!

La foto non c'entra niente,ma mi piace,mi ricorda una persona speciale e l'ho scelta per questo!
The picture is just an happy one, remind me a special person and I choose because of that!!! : )
Scudy

domenica, febbraio 19, 2006

Gente di mare

Dedicato a chi questi posti li ha visti e vissuti, a quelli che li vedranno in futuro, a tutti coloro i quali non avranno mai questa immensa fortuna, e a tutti quelli che in fondo si sentono "gente di mare"!

Dedicated to those who saw and lived these places, to those who will come and see them in the future, to those who will never have this great chance, and to all those who feel inside "people of the sea"
Scudy
 Posted by Picasa

sabato, febbraio 18, 2006

Palmy 18 Feb '06

Our bikes (now we've got 2 so we shouldn't fight any more!!...yeah right!)




Just biking through the Esplanade 5 min after the bridge (dir east)....welll that's the view...not bad eh?




This will be one thing I'll miss of NZ one day.

the top of the world


Hope this picture give at least 20% of the feeling I had at the time.
This is the top of the world...the way I like to think about it!
Clear sky,and the Sea.
(Kapiti Island,NZ)

giovedì, febbraio 16, 2006

Beccaccino - Common snipe (Gallinago gallinago)

"Allo volte il silenzio ... conta piu di mille parole.
Venga, che le mostro il beccaccino, venga, venga con me.
Io le mostro il becaccino, poi torniamo qui, e mi dice cosa ne pensa, lei, di me.
Anche con parole sue!"


Da "Il giardino dei ciliegi" di Anton Cecov
e
"Turne'" di Gabriele Salvatores

"Sometimes, silence ... is worth more than a thousand words.
Come, come with me, I'll show You the snipe.
I show You the snipe, then we come back, and You tell me what You think of Me.
Even with you own words!"

From "The Cherry Orchard" by Anton Cecov
and
"Turne'" by Gabriele Salvatores

lunedì, febbraio 13, 2006

Scudy or not?

Carina vero?
Beh cmq non l'ho messa qui per questo. La ragione per cui l'ho fatto e` piu` importante..almeno per me.
Una persona un paio di giorni fa gurdando questa foto mi ha detto che somigliavo spaventosamente (nel senso buono e` chiaro!) al mio papa`.
Lui e` sempre con me dal profondo del mio DNA!

Cute eh?
But I didn't put it here because of that. The reason is more important...at least for me.
A person couple of days before had a look at this pic and told me that I was just like my dad (in the good way, of course!).
He's always with me from deep inside my DNA!

Scudy

domenica, febbraio 12, 2006

300 visitors

300 Visitors. 300 of You guys even try to read something we have written.
That's awesome, i have so many things to say and i hope they'll come out slowly enough to allow us to keep the blog alive long enough, let it grow, tend to it carefully as a delicate growing being.
I personally (andrea) am wishing that this may become one day a space where all of you and us can express their thoughts.
I will work for it.
Andrea




One of the few days when the sun is shining here in the heart of the Manawatu.

Dedicated to you....not all!!! (what a bi/*#!!!)
It's incredible.I'm just bit upset that more often I woke up in the morning (like today at 5!) and the weather is not with me : (
Who knows me knows.....
I need the sun,the summer,warm temperature....I'm just an obvious Sicilian girl deep inside my dna.I can't help it!
Wish you a Wonderful day..whenever the new day arrives to you,in any place of this planet!
Scudy


Per la serie....che tonna!


Massima (minchiata) del giorno: c'e` sempre una salvietta per tutto!

Tutto inizio` (per quello che mi ricordo) con le mitiche e multiuso “lines lindo roll”.
Barattolone da 50 almeno, promozione speciale da 200... E` un pezzo di storia ritengo. Degno di merito e menzione. Profumo semplice,di bambino...come e ` giusto che sia per delle salviette nate per pulire la delicata pelle del sederino sporco di pupu` del vostro pargolo! Talmente delicate che le puoi usare per tutto. Ti ci puoi rinfrescare il viso, detergere le mani. Utilizzi semplici e vari...normali insomma.
Poi sono arrivate le “fresh & clean”. Profumo meno da “culetto di bambino” ,ma troppo aggressive nelle parti delicate. Beh nessun problema! Differenziamo semplicemente le salviette “milleusi” da quelle “parti delicate” (quelle in pratica che la mamma ti diceva di portare in campeggio in caso di mancanza di bidet!).

Da quel momento in poi credo sia stata tutta una calata.

Vengo e mi spiego.

Personalemnte io possiedo almeno 37 diversi tipi di salviette.

Ognuna di loro, progettata, inventata e realizzata per un uso preciso.

Assolutamente vietato utilizzo differente da quello designato.

Parto dalla testa sperando che mi venga piu` facile elencare....

Ok.

Salviette struccanti viso

Ogni casa ne produce tipi leggermente diversi e per tutti i tipi di pelle. Significa quindi che la varieta` si allarga, ma non le conto visto che fanno parte della stessa “grande famiglia”.

Fondamentalmente struccano viso e occhi. Contengono quindi in contemporanea un detergente per il viso, uno struccante per occhi e un tonico che conclude l'opera.

In 30 secondi di orologio sei fresca come una rosa pronta per andare a dormire senza che il trucco, lo sporco, lo smog, la stanchezza e qualche altra mostruosita` soprannaturale che durante la tua permanenza nel mondo esterno si
sia impossessata di te e della tua stupenda pelle.
Non male no?

Esistono poi le salviette che hanno funzione deodorante.

Cioe` se sei senza acqua ne` men che meno sei dotata di pro
fumo che possa camuffare miseramente la tua puzza opta pure e senza indugio per queste magiche salviette. Puliscono e deodorano delicatamente le tue ascelle sudate e puzzose con risultati eccellenti!
Ovviamente ci sono poi le mitiche salviette intime.

Uso troppo scontato e noto per approfondire l'argomento.

Ah dico solo che esiste anche uno spray deodorante per la ciccina (so che esco un po fuori tema, ma e` una cosa troppo bella per non menzionarla!).

Vediamo un po...che altro c'e`....ah si ci sono le salviettine autoabbronzanti!

Non sporcano, non ungono, non maltrattano la pelle, la idratano, non macchiano, lasciano un'abbronzatura che il sole gli fa una pippa, e secondo i produttori sarete le persone piu` strafighe del pianeta se le usate....non credo che in casi disperati possa fare qualcosa. Ma oddio provarci perche` no!

Esistono inoltre le salviette lavasmalto.

Cioe` invece di utilizzare il puzzosissimo acetone (non che lo smalto in generale profuma di fiori di campo!) e l'obsoleto batuffolo di cotone, prendi questa praticissma salvietta la passi sulle unghie e quell'orribile strato di vecchio smalto che vuoi abolire e` abolito ....fatto! Favoloso no?

Oh oh...la novita` delle novita`?

La salvietta lavadenti!!!!!

Posso garantire al 100% che esiste...io ce l'ho! La produce tra l'atro un'azienda bella seria tipo oral-b.

Su queste non faccio commenti.

Anzi si un paio devo proprio!

Mi chiedo: non esistevano gia` le gomme che quando ti trovavi sprovisto di dentrificio e spazzolino ti facevano un lavaggio e una disinfezione dentale a mo' di finish lavastoviglie?

Beh ritengo che quello poteva gia` essere abbastanza.

Ma no!

Se le gomme non ti piacciono?

Giammai ovviamente procurarti uno spazzolino e un dentrificio dimensione viaggio...cioe` troppo ovvio, scontato, banale, superato e fuori moda.

Perche` dunque non inventare un'altra salvietta?

Detto fatto!

Credo che come categorie ci siamo. Certo si deve tener presente sempre che ogni tipo di salvietta ha le versioni con varie e differenti sapori, odori, tipo di pelle e di scazzo della giornata.

Forse me ne scordo qualcuna o non sono particolarmente aggiornata.

Minchia ne stavo dimenticando una bestiale!

Non e` proprio una salvietta. E` piuttosto un foglietto di carta velina “specialissimo” ovviamente.

Nel caso in cui ti trovi nel mezzo della tua impegnatissima giornata e accidentalemtne la tua pelle perde un minimo dell'opacita` che hai cercato di donarle dopo ore di maquillage mattutino eccoti la soluzione. Prendi questo foglietto lo tamponi sul viso e in un solo gesto (questa frase “in un solo gesto” e` la mia preferita quando leggo le varie modalita` d'uso!) la tua pelle e` nuovamente spendida splendente, non
lucida ovviamente e il tuo make-up (stucco e` inutile chiamarlo in altri modi) e` bello che inalterato.
Non vado ad impelagarmi nella descrizione e commenti di altri prodotti di bellezza perche` davvero l'elenco supererebbe il limite dell'accettabile. Forse un'altro giorno di sfacinnamento mi mettero`a scrivere di altre “minchate di bellezza”.

mercoledì, febbraio 08, 2006

Ho appena visto "Billy Elliot" e da un po' di tempo a questa parte mi rendo conto di quanto sono sentimentale quando guardo film che parlano di uomini. Mi rendo conto di essere sensibile, a volte tanto da sorprendere me stesso.
E' come so bene, e' un lascito. Qualcosa che mi manca ancora. Un'ombra che rimane dopo tanto tempo, come le macchie che, appena percettibili, rimangono su alcuni vestiti, per quanto li si lavi e rilavi, sempre appena un po' diverse dal colore di sfondo. Anche se cresco, anche se sono sempre piu' sicuro e adulto, in una corsa che sembra essere arrivata ogni giorno alla fine e invece mai s'arresta, anche se maturo sempre per piccoli, inesorabili passetti, pare che la sensazione di avere lasciato qualcosa di incompiuto tra me e mio padre non si arresti mai.
E piu' le persone mi ricordano quanto gli somiglio al passare del tempo, piu' forte e' questa sensazione. Le sue parole risalgono sempre, nei momenti adatti, o meno adatti.
Non come nei film, le parole della memoria non risanano situazioni dubbie o momenti critici. Capitano invece quasi a caso, con torpida leggerezza, in momenti di relax e di piacere, e risucchiano tutta la mia attenzione.
Molte cose sono rimaste in sospeso. Molte parole, gesti, sempre in attesa di una spiegazione. Molti ancora non ne hanno mai avuto bisogno, finche' improvvisamente, a volte, viene pressante la necessita' di avere, di nuovo, una voce capace di dare un perche' a tutto. Di assumersi la responsabilita' di dare un senso a tutto quello che abbiamo vicino e pare non averne.
Ultimamente sento le mie paure risuonare con un'altra voce, le mie giustificazioni sovrapporsi a quelle che gia' ho sentito a volte nella sua, di voce. Rifugio tenero e schermo di chi queste giustificazioni le usava per difendere il proprio privato. Una sensazione costante di inadeguatezza.
Ancora voci, come se la mia voce fosse costantemente doppiata dalla sua.
Eppure io sono diverso, un altro. Sono io ma anche legato per sempre. Agganciato a me stesso e alla mia immagine allo specchio. Immagine diversa da me ma pur sempre la mia.
In questi ultimi giorni piu' volte sono successe cose che avrebbero richiesto piu' coraggio da parte mia, piu' disponibilita'.
Per due volte sono rimasto di qua da una barricata semplice, fatta di distanza.
Vorrei stringervi, voi che siete lontani e vorrei potervi abbracciare. Tre persone che non nomino ma che mi sono cosi' vicine. Che non posso abbracciare. E che non riesco a chiamare perche' troppo difficile e' dire con le parole che mi spiace, che vorrei essere li' con loro.
Loro capiranno, credo. Gli risparmio di raccontarmi una volta ancora cio' che gli accade, come avranno dovuto fare troppe volte in questi giorni.
A voi, che siete troppo lontani perche' io possa abbracciarvi mentre le cose vanno male.
A voi mando questo omaggio inutile, per farvi sapere che sono un poco la' con voi.
Andrea

sabato, febbraio 04, 2006

Memory

Memory is just a dizzy sensation of having already been there.
Deja-vu. A sparkle in your electric circuits. Memory makes You believe things can happen twice. You are actually thinking anything may repeat.
Wrong.
Every single sparkle is unique, not two ants are the same.
Not any two moments are the same, ever. I always have to remind myself of this. This time publicly, as i decided to share my thoughts.
Andrea
 Posted by Picasa